“Stabilita una volta per tutte, anche da parte del governo nazionale, la certezza di una contingenza grave, per lo sviluppo, l’economia, il mondo del lavoro, la sanità pubblica, è apprezzabile il tentativo che va in direzione del supporto delle famiglie e dei meno abbienti. Per questa ragione, ritengo interessante la proposta, da parte dell’Udc capitolina, di istituire il ‘Quoziente Roma’, ovvero interpretare la famiglia come ammortizzatore sociale e rimodulare, così, la tariffa Isee per chi sopporta maggiori carichi, e versa in situazioni di difficoltà. Sarebbe utile che, al più presto, altri comuni, così come altri livelli istituzionali, partecipino ad un dibattito che conduca, in tempi rapidi, alla costituzione di misure di questa natura. Ricordo che, in Francia, tali interventi hanno favorito il sostentamento di tanti cittadini”. Lo afferma in una nota Bruno Astorre, vicepresidente Consiglio regionale Lazio.