CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLA PAGINA PER FIRMARE

SCARICA QUI IL MODULO PER LA FIRMA CARTACEA DELLA PETIZIONE

Respingiamo con fermezza i tagli ai servizi di riabilitazione ed i pesanti ticket imposti dalla giunta Polverini (delibera n. 380 del 7/8/2010) alle persone con gravi minorazioni.

I tagli riducono i servizi ed allungano la lista di attesa per prestazioni riabilitative necessarie ed urgenti:
persone, con gravi disabilità ricoverate o in cura presso i centri riabilitativi diurni, sono costrette a pagare un ticket pari al 30% per prestazioni sanitarie essenziali per il proprio recupero o per arginare i processi degenerativi del proprio fisico.

Le famiglie già duramente provate per un’intera vita da pesanti costi e sacrifici che comporta l’assistenza ad un figlio disabile, che andrebbero meglio sostenute da un’efficiente e forte rete di servizi, sono invece colpite da un odioso balzello, che va ad inserirsi dentro un quadro nazionale poco rassicurante:

il governo taglia i fondi per la spesa sociale ed impone visite fiscali per patologie gravi con il solo obiettivo di togliere l’indennità di accompagno, evento questo che sta colpendo quasi per intero le persone down.

Le misure adottate, dalla giunta Polverini e dal governo Berlusconi, costituiscono una grave violazione del diritto alla salute sancito dalla Costituzione.

Il PD si batte in Consiglio regionale per il ritiro delle odiose misure imposte dal centrodestra, per la riorganizzazione dell’intero sistema sociosanitario della Regione Lazio, per il rispetto della Costituzione garantendo il diritto di cittadinanza alle persone disabili.