» Cerca nel sito

19 FEBBRAIO PRIMARIE! IL SEGRETARIO DEL PD LAZIO LO SCEGLI TU

DATI PRIMARIE PD LAZIO 19 FEBBRAIO 2012: Enrico Gasbarra ha ottenuto l’81,88% dei consensi, per un totale di 94.955 voti. Marta Leonori ha ottenuto il 10,59%, per complessivi 12.285 voti. Giovanni Bachelet ha preso il 7,53%, per un totale di 8731 voti. Nel complesso, i voti validi sono stati 115.971.

Roma: Gasbarra ha ottenuto 29.573 voti, pari al 77,57%; Leonori 4682, pari al 12,28%; Bachelet 3869, pari al 10,15%.

Provincia di Roma: Gasbarra 40.210, pari al 94,22%; Leonori 1303, pari al 3,05%; Bachelet 1164, pari al 2,73%.

Frosinone e provincia: Gasbarra 8234, pari al 61,95%; Leonori 4322, pari al 32,52%; Bachelet 736, pari al 5,54%.

Latina e provincia: Gasbarra 5768, pari al 68,82%; Bachelet 1830, pari al 21,84%; Leonori 783, pari al 9,34%.

Rieti e provincia: Gasbarra 2226, pari all’82,32%; Bachelet 376, pari al 13,91%; Leonori 102, pari al 3,77%.

Viterbo e provincia: Gasbarra 8944, pari all’82,87%; Leonori 1093, pari al 10,13%; Bachelet 756, pari al 7%.

NOTA ESPLICATIVA SUL DIRITTO DI VOTO

MATERIALI PER I SEGGI

COLLEGI

SCHEDA

LISTE CANDIDATI ALL’ASSEMBLEA REGIONALE

MATERIALI DI COMUNICAZIONE PER LE PRIMARIE DEL 19 FEBBRAIO

RISULTATI UFFICIALI DEI CONGRESSI DI CIRCOLO (DIVISI PER PROVINCIA)

I CANDIDATI ALLA PRIMA FASE:

-ENRICO GASBARRA 16452 (70 %) ACCEDE ALLE PRIMARIE DEL 19 FEBBRAIO
-MARCO PACCIOTTI 1842 (7,84%)
-MARTA LEONORI 3214 (13,68%) ACCEDE ALLE PRIMARIE DEL 19 FEBBRAIO
-GIOVANNI BACHELET 1994 (8,48%) ACCEDE ALLE PRIMARIE DEL 19 FEBBRAIO

COMMISSIONE REGIONALE PER IL CONGRESSO

COMMISSIONI PROVINCIALI PER IL CONGRESSO

MATERIALI:

-VERBALE UFFICIALIZZAZIONE DELLE CANDIDATURE

-MODULO PER LA PRESENTAZIONE DEI CANDIDATI ALL’ASSEMBLEA REGIONALE

-CIRCOLARE 1 (RACCOMANDAZIONI-INDICAZIONI)

-CIRCOLARE 2 (RACCOMANDAZIONI-INDICAZIONI SUL TESSERAMENTO)

-CIRCOLARE 3 (APERTURA STRAORDINARIA DEI CIRCOLI)

-CIRCOLARE 4 (CONSEGNA CEDOLINI E INDICAZIONI)

-CIRCOLARE 5 (TRASMISSIONE ELENCO FINALE ISCRITTI, DEFINIZIONE RIUNIONI DI CIRCOLO E ALTRO)

-CIRCOLARE 6 (COMUNICAZIONE ERRORI MATERIALE E VARIE)

-CIRCOLARE 7 (SCADENZE DEL 25 GENNAIO E VARIE)

-CIRCOLARE 8 (ACCOGLIMENTO RICORSO RIUNIONI PONTE DI NONA E VIGNE NUOVE (ROMA)

-CIRCOLARE 9 (CANDIDATURE E SOTTOSCRIZIONI)

-CIRCOLARE 10 (RETTIFICA PARTE CIRCOLARE N°9)

-CIRCOLARE 11: 2 EURO PER VOTARE, DISPOSIZIONI VOTO FUORI SEDE E VARIE

-CIRCOLARE 12: RINVIO PRIMARIE AL 19 FEBBRAIO

-CIRCOLARE 13: RETTIFICA DELLE NORME SUL DIRITTO DI VOTO CONTENUTE NEL VADEMECUM

-CIRCOLARE 14: NUOVA RETTIFICA DELLE NORME SUL DIRITTO DI VOTO

COMUNICAZIONE FASE CONGRESSUALE
LOGO PD LAZIO PRIMARIE 12 FEBBRAIO
BANNER DA DIFFONDERE SUI SITI

LOGO CONVENZIONE 2012
MANIFESTO RIUNIONE CIRCOLO
DISCUTI, SCEGLI, VOTA

RIUNIONI DI CIRCOLO
MODELLO DI VERBALE PER LA RIUNIONE DI CIRCOLO
SCHEDA ELETTORALE PER I CIRCOLI
FACSIMILE SCHEDA
TABELLA DI SCRUTINIO

REGOLAMENTI
REGOLAMENTO CONGRESSUALE
PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA ALLA CARICA DI SEGRETARIO REGIONALE
REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA CAMPAGNA PER LE PRIMARIE

CREATO IL 13 Dicembre 2011 @ 7:59 da giovanni cardarello
ULTIMO AGGIORNAMENTO 20 Febbraio 2012 @ 22:55 di giovanni cardarello

29 Responses to “19 FEBBRAIO PRIMARIE! IL SEGRETARIO DEL PD LAZIO LO SCEGLI TU”

 

non andrò a votare perchè non condivido questa forma di congresso dove gli iscritti sono chiamati soltanto a mettere una croce vicino ad un nome

 

Si possono sapere i risultati delle consultazioni già effettuate?

 

Pubblicheremo su questo tutti i risultati insieme (anche per fornire un un dato certo e per non influenzare il voto)

 

E’ così che pensate di coinvolgere gli iscritti?
Comunicandolo la sera prima?
Organizzando l’incontro in orario lavorativo per la maggior parte di noi?

No. Così non va.
E non sarò io ad aver perso l’occasione.
E’ il partito che l’ha persa.

Spiegate ai quattro candidati che voterò quello che prende di più le distanze da questo modo di fare.

 

PERCHE’ NON APRIRE IL TESSERAMENTO 2012 IN OCCASIONE DELLE PRIMARIE DI FEBBRAIO, CON LE TESSERE PRESTAMPATE GIUSTE?

 

Ma per essere candidato nelle liste delle primarie del 12 febbraio bisogna essere per forza aver rinnovato la tessera PD o essere neo tesserati ?

 

January 20th, 2012 at 14:57 da Giancarlo ANTINORI:

Paolo delle 11,16 ha ragione. Primarie a febbraio con il tesseramento 2012 . E non aspettate Novembre come e’ accaduto l’ anno scorso !! Dal punto di vista organizzativo e finanziario questo da’ una pessima immagine del PD. Il tesseramento e’ la piu’ pulita forma di finanziamento, e fa pensare che non gli venga data attenzione.
Comunque bene un PD con le primarie rispetto ai partiti padronali. E’ la forma migliore per avere democrazia all’ interno del partito , o alla politica fatta solo da chi ha soldi. Anche così ce ne vogliono, ma almeno una possibilita’ viene data.

 

January 21st, 2012 at 11:19 da Salvatore Gionfrida:

Solo per ricordare a tutti i democratici che la preferenza deve essere legata al programma.
Questa è secondo me l’ultima opportunità per provare a comunicare ai cittadini che il PD è davvero democratico.

 

Va bene che i tesserati del PD scelgano il proprio segretario regionale, ma che poi si dovranno fare anche le primarie aperte a tutti! Stiamo vivendo un momento molto difficile,alla gente comune non interessa votare il Segretario Regionale del Partito Democratico e, se vogliamo, non è neppure giusto che non iscritti, quindi soggetti che non hanno mostrato interesse nei confronti del partito, debbano decidere in tal senso.PEGGIO trattandosi di liste di sostegno alle candidature “bloccate”.Facciamola finita, chi ottiene la maggioranza vada a fare il segretario e scelga componenti di segreteria e direzione dando spazio a tutti e senza prenderci troppo in giro. Utilizziamo il tempo ed energie per lavorare e non per “salvare le apparenze”!

 

@Barbara

A vedere il numero di partecipanti cui La Repubblica fa riferimento nella sua edizione cartacea ( e strano che qui, in questo sito, non se ne faccia neanche cenno ) bisognerebbe concludere che manco agli iscritti interessi poi tanto la scelta del proprio segretario regionale, dove si sono espressi a mala pena la meta’ degli aventi diritto. Un’epidemia di influenza, menefreghismo, iscritti fasulli oppure totale sfiducia nel partito e nei suoi rappresentanti?

 

Caro Lorenzo….non ce lo devono raccontare dei tesseramenti gonfiati, siamo grandi abbastanza! Per onestà, bisogna dire che non è sempre così, anzi! Allora…non è meglio rimboccarsi le maniche ed andare avanti piuttosto che stare lì ad assistere all’ennesima farsa delle primarie aperte , però con liste bloccate! Liste bloccate significa aver già scelto segreteria (?) e direzione…e allora! Servono soldi al partito? Non credo sia questo il modo perchè per organizzare, stampare materiale i costi supereranno abbondantemente i ricavi dati dalla partecipazione!
Ancora siamo in tempo per evitare pagliacciate!

 

@Lorenzo: ci sono circoli dove è andato a votare oltre l’80% degli iscritti e di questi tempi è un ottimo risultato. Credo che si dovrà rivedere il meccanismo delle primarie, in particolare per l’elezione dei segretari regionali (ma direi anche per il nazionale), in quanto il presente meccanismo lascia agli iscritti, quelli cioè che ci mettono la faccia in prima persona, un ruolo assolutamente marginale rispetto ai simpatizzanti e, dico di più, ai non simpatizzanti. Specie in primarie dove l’affluenza non è altissima, i militanti di destra potrebbero mettersi d’accordo per falsare il voto ed eleggere chi, secondo loro, è il candidato meno forte.
E’ una formula di primarie che non esiste al mondo la nostra!
Penso che sarebbe meglio far partecipare alle primarie almeno solo chi si iscrive in un albo degli elettori del partito e versa una quota di almeno 5 euro, per ridurre i rischi di infiltrazioni. E poi il voto degli iscritti dovrebbe avere un peso maggiore, in fondo siamo gli “azionisti” del partito. Mica che nell’assemblea degli azionisti di una banca partecipano i correntisti…
Può andare bene per sindaci e parlamentari, ma per gli organi interni di partito non sono molto d’accordo. Ci sono comunque molti altri modi per far partecipare DAVVERO i cittadini! Si potrebbe parzialmente riprendere la formula dei forum online utilizzati dai grillini per far emergere le migliori proposte, da sottoporre al vaglio e al voto degli organi dirigenti del partito (relatore il proponente)

 

Io non capisco una cosa, la segreteria del lazio già commissariata necessita di una presenza importante e fattiva , come può uno che sta alla camera de deputati avere il tempo giusto per tutte e due le cose ?????
bisogna meditare profondamente …………

 

Scusate ma dove sono i risultati “ufficiali” delle votazioni nei circoli? Come mai la stampa ha già i risultati e gli elettori no? Vedi http://democratici-digitali.com/content/primarie-pd-lazio-risultati-definitivi-secondo-corriere-della-sera-25-gennaio-2012-ore-7

 

Perchè i dati che fornisce la stampa non sono ufficiali. Il dato vero è solo quello certificato dalle commissioni provinciali e ratificati dalla commissione regionale che come anticipato nel comunicato del 23 si riunisce oggi.

 

Per curiosità a che ora pensate di comunicare i risultati?

 

@Valerio

Peggio mi sento: ci troviamo di fronte quindi a delle aberrazioni statistiche. Di fronte a circoli in cui hanno votato l’80% degli iscritti, fatti salvi i numeri diffusi dalla stampa ( non ufficiali, per carita’, per quelli bisognera’ aspettare solo l’Unico sa cosa ), ci dovrebbero essere circoli in cui non si e’ presentato nessuno.
Il sospetto che vi siano circoli fatti di sole tessere e non di teste reali non e’ nuovo, e in un momento in cui il numero complessivo di iscritti e’ comunque dato in caduta libera ridurre le primarie a fatto privato non fa altro che circoscrivere il partito ancora di piu’, marginalizzandolo ulteriormente dal mondo reale, quando invece sarebbe auspicabile un’apertura ancora maggiore.
La storia dei militanti di destra che falsano le primarie lasciamola alle leggende urbane. Le uniche consultazioni di questo tipo che finora hanno clamorosamente fallito sono state quelle napoletane: roba pero’ piu’ da “questione morale” che da infiltrazioni “destrorse”. Non e’ un caso che il partito in quella citta’ sia stato rapidamente commissariato ( oltre che ridotto a percentuali da prefisso telefonico dalle amministrative ).

 

@Barbara

Non sono d’accordo: si vada avanti fino in fondo, con le consultazioni ai cittadini. Se si va verso uno “spreco di denaro”, su cui in fin dei conti concordo, perche’ i giochi sono fatti, questa accusa andrebbe rigirata verso i geni del male che hanno concepito primarie aperte a liste bloccate, in stile “Porcellum de noantri”. Se la partecipazione dei cittadini si dovesse confermare un po’ fiacca ( nella migliore delle ipotesi ) il problema non sara’ la consultazione, ma cosa in questa consultazione si sta offrendo, tra candidati e immagine del partito. Se ci pensi, e’ quasi un referendum sul gradimento non solo del vertice attuale, ma pure di quello futuro, abbracciano tutti i possibili candidati.
Se non si dovesse raggiungere un numero di votanti adeguato, la segreteria nazionale dovrebbe degnarsi di iniziare a guardare con un po’ piu’ di attenzione quello che accade nella nostra Regione, e a prendere qualche decisione un po’ sgradevole verso chi, in tutti questi anni, ha dormito sugli allori ( nella migliore delle ipotesi ).

 

Quando pubblicate i dati ufficiali sulle votazioni nei circoli?

 

Buongiorno,
Per essere candidato nelle liste delle primarie del 12 febbraio bisogna aver rinnovato la tessera PD nel 2011? Io lo scorso anno non l’ho rinnovata e pensavo di farlo nel 2012, posso candidarmi?
Grazie per la risposta.

 

@Ermanno ai link http://www.pdlazio.it/2012/01/circolare-10-rettifica-circolare-precedente/ e http://www.pdlazio.it/2012/01/circolare-9-delibere-in-materia-di-candidature-e-sottoscrizione/ trovi i dettagli delle Circolari della Commissione regionale sui criteri di candidatura.

 

Mentre l’Italia si affida ad un governo tecnico per incapacità dei partiti ad assumersi le responsabilità delle scelte;
mentre gli Italiani sono costretti a vivere tirando la cinghia;
mentre i giovani sono costretti a fare i disoccupati di professione;
mentre la nostra regione vive in balia di un governo arrogante ed incapace, che ha portato al collasso la sanità ed a livelli di rischio salute per l’ambiente;
il “PARTITO REGIONALE” per eleggere il proprio segretario -tra l’altro con un risultato già scontato- tiene impegnato per DUE mesi tutto il partito a livello regionale.
Mi chiedo:serve tutto questo? non lo poteva eleggere l’assemblea regionale considerato che 80% sta a sostegno dello stesso candidato? era proprio necessario manifestare tutta questa mania di grandezza per eleggere un segretario regionale che non interessa a nessuno oltre alle “logiche” romane?

 

Quando verranno pubblicate le liste ufficiali dei candidati alle primarie?

 

e le liste dove sono? Ma perchè in questo partito (mah, partito…!) non funziona mai nulla? E su…

 

Monti chiede in questi mesi che governa, i partiti si organizzano per rinnovarsi e presentasi alle prossime elezioni con un volto nuovo e programmi credibili,penso che non ci siamo non abbiamo capito il messaggio
basta guardare le liste ei capolista per dire che non cambiera nulla nel PD del Lazio sono tutte faccie note che hanno governato questi anni,ma non mollano Auguri

 

è in arrivo una nuova ondata di maltempo che intenzione avete?

 

DOVE? E’ il 3° PDF che scarico, apro e… non mi dice nulla!
CHIARO, SEMPLICE, DA RECEPIRE IN UN ATTIMO: Mi dite per favore DOVE (indirizzo – orari) posso andare a votare? E DAI!

 

February 16th, 2012 at 12:20 da Francesco Minorenti:

Premetto che sono un segretario di circolo e che lavorare con questi presupposti non è facile, anzi.
Come non essere d’accordo con molte opinioni che leggo qui sotto. Gli iscritti sono poco coinvolti, praticamente senza notizie, in merito ai candidati, non si può scegliere. Si organizzano incontri dove ho la comunicazione avviene il giorno prima o in giorni lavorativi dove le persone sono in difficoltà per partecipare. E poi chi li ha scelti questi? Il segretario regionale è caduto da 500 giorni, e tutto si è fatto in un mese, senza partecipazione sapendo già e avendo già deciso dall’alto. Come catalogare benevolmente questa situazione se non in scollatura, VOLUTA, tra vertici e base del partito. Qualcuno dice che agli iscritti non interessa l’elezione del segretario regionale. Non è così. Sono i modi di come si svolgono le cose, di come si fanno le candidature e il voto. Le primarie di fatto, che ne dicano i vertici, svuotano il voto degli iscritti che dovrebbe avere più peso di quello che non ha. Ma ripeto secondo me è proprio voluto.
Un’ultima cosa sulla trasparenza dei dati ufficiali. Quelli che leggo facendo palesemente la somma danno perfettamente il 100%. Deve sono le schede nulle o bianche? Per quanto mi riguarda i miei iscritti hanno annullato la scheda. Se pur poche poiché è un circolo piccolo dove sono le schede nulle?
Qualcuno obbietterà: ma tu che sei coordinatore di circolo non puoi dirle queste cose hai vertici. Magari è proprio questo il senso del mio discorso. Ai vertici non frega niente della base, l’importante è che nella “sala dei bottoni ci siano i soliti” noti.
Francesco

 

parteciperò alle primarie, convinto che sia un grande atto democratico. Debbo altresì constatare che questo grande evento è ancora vittima di processi di correntismo e di personalismi politici…. Mi auguro che sia solo un fattore di crescita e non di una pratica degenerativa ereditata dal recente passato.