“Roma e il Paese hanno perso uno degli eroi della lotta per la libertà, medaglia d’argento per il suo contributo alla Resistenza: Fu protagonista di una delle azioni gappiste più audaci e dure contro l’occupazione tedesca di Roma e sempre ne difese le ragioni e il valore. Mi auguro che Roma Capitale vorrà dedicare una strada nella città che lui ha difeso e liberato dal nazifascismo”. Lo scrive in un comunicato il segretario regionale del Pd, Enrico Gasbarra. “Il suo coraggio, i suoi valori, e la sua testimonianza straordinaria della memoria di quel periodo meritano di essere ricordati e spiegati ai nostri studenti perché comprendano fino in fondo i valori della libertà e i tanti sacrifici che altre generazioni hanno scelto di compiere e sopportare per conquistare la pace e la democrazia. E’ indiscutibile il valore del coraggioso apporto di Rosario Bentivegna alla liberazione della Capitale e dell’Italia dalla tirannia nazifascista, così come poi il suo impegno coerente in politica e nel sindacato per la difesa dei diritti dei lavoratori. Intellettuale di livello – conclude Gasbarra – giornalista, medico sensibile, Bentivegna deve essere ricordato come combattente per la libertà al quale tutti dobbiamo essere grati”.