Sicurezza stradale. Carapella: Intervenire per garantire l’incolumità di ciclisti e pedoni

“Questa sera, con una fiaccolata, i ciclisti romani ricorderanno Eva Bohdalova, la giovane ciclista ceca travolta ed uccisa una settimana fa da un taxi mentre percorreva via dei Fori Imperiali. La morte di Eva non è dovuta a pura casualità, ma alla evidente mancanza per le strade della nostra città di un’adeguata rete ciclabile che consenta a chi usa la bicicletta, peraltro contribuendo ad abbassare i livelli di inquinamento urbano, di muoversi in sicurezza senza rischiare la propria incolumità. Analogo discorso andrebbe fatto per i pedoni, anch’essi spesso costretti ad attraversamenti spericolati o a percorsi privi di salvagente. In tutti i paesi civili esistono tracciati dedicati e segnaletiche appropriate che consentono la circolazione di ogni mezzo, pedoni compresi, in tutta sicurezza. Quella degli infortuni stradali, nel nostro Paese e nella nostra città, è una conta che sta assumendo le dimensioni di una strage: occorre che le istituzioni se ne facciano carico con urgenza aprendo un tavolo congiunto per definire interventi immediati e mirati che comprendano campagne di educazione stradale e seminari rivolti in particolare ai conducenti di mezzi di trasporto pubblico e ai giovani nelle scuole. La Regione ha fondi e competenze per farlo: mi auguro siano prontamente messi in campo”. E’ quanto dichiara il Presidente della Commissione Lavori Pubblici e Politiche per la Casa alla Pisana, Giovanni Carapella.