MONTINO: SULLE CRISI ECONOMICA LA MAGGIORANZA ESCA DAL FORTINO DEI REGOLAMENTI

Insisto nella mia proposta di far intervenire nella seduta del Consiglio regionale di mercoledì prossimo sulla crisi economica i rappresentanti delle imprese e dei sindacati. Si può fare. Chiudersi nel fortino dei regolamenti come fa il Presidente Abbruzzese, non ha senso. Il dibattito deve essere quanto di meno rituale possibile, perché l’ampiezza e la profondità della crisi ha toccato e sta toccando livelli eccezionali. Lo dimostrano l’aumento mostruoso della cassa integrazione o le scelte estreme messe in atto sempre più spesso da imprenditori che non ce la fanno più ad andare avanti. Occorre ascoltare le loro voci uscendo dal recinto della autoreferenzialità e non dare l’idea di una politica prigioniera di norme e normette. Chiedo al Presidente del Consiglio regionale di dare concretezza alla sua dichiarata sensibilità verso le difficoltà del mondo delle imprese e dei lavoratori. Promettere una legge è facile e può anche essere condivisibile, ascoltare in presa diretta gli effetti della crisi direttamente da chi la vive e le loro proposte, lo ritengo un atto dovuto di sensibilità istituzionale”.

Lascia un commento