fbpx

NOTA SUL TESSERAMENTO DEL PD DI FROSINONE

Alla c.a. dei Segretari di Circolo della Federazione PD Frosinone
e p.c. Alla Direzione Provinciale

Carissima/o,
a seguire un Promemoria per lo svolgimento del Tesseramento del 2013, a seguito di una riunione dei Segretari Provinciali del PD Lazio e dell’Assemblea dei Segretari di Circolo (in allegato il Resoconto dell’Assemblea dei Segretari di Circolo).
Vi ricordiamo di inviarci le date delle vostre Feste Democratiche, per darne pubblicità sul sito www.pdfrosinone.it; siamo a disposizione per l’organizzazione dei dibattiti e delle iniziative.

Promemoria per tesseramento 2013

– per avviare il tesseramento 2013 é necessario che il direttivo del circolo deliberi con maggioranza di due terzi un ufficio adesioni, rappresentativo di tutte le sensibilità del circolo locale.
– il coordinatore di circolo, per ritirare le tessere presso la Federazione deve comunicare i membri dell’ufficio adesioni con i rispettivi numeri di telefono.
– l’ufficio adesioni del circolo stilerà un programma di iniziative pubbliche che sará comunicato alla Federazione Provinciale e al qual sarà data ampia pubblicità.
– Non possono essere consegnate tessere senza la quota relativa, ne tantomeno i membri dell’ufficio adesione potranno avere pacchetti tessere.
Il tutto andrà fatto in maniera collegiale e condivisa secondo il programma approvato.
– il costo della tessera é di euro 20, dei quali 15 verranno versati alla federazione e 5 resteranno al circolo.
– nel caso in cui si registrino anomalie o segnalazioni da parte di membri dei direttivi e dei circoli territoriali, vi invitiamo a sospendere il tesseramento in attesa che si pronunci la commissione che, come da deliberazione dell’Assemblea Provinciale del 16 giugno, verrà istituita nella direzione provinciale di Sabato 27 luglio.
Le comunicazioni di cui sopra andranno fatte all’indirizzo info@pdfrosinone.com

Fraterni saluti,
Antonino Scaccia
Presidente Provinciale PD Frosinone
Sara Battisti
Segretario Provinciale PD Frosinone

VERBALE ASSEMBLEA DEI CIRCOLI 19 LUGLIO

Si è riunita venerdì 19 Luglio alle ore 18,00 presso la Federazione Provinciale del Partito Democratico l’Assemblea Provinciale dei coordinatori di circolo alla presenza del Segretario Provinciale Sara Battisti e del Presidente Tonino Scaccia.

Un dibattito intenso e partecipato ha seguito la relazione del Segretario Provinciale Sara Battisti e l’intervento introduttivo del Presidente Scaccia.

Dopo aver inquadrato la discussione sul quadro politico generale e sulle peculiarità dell’azione politica da intraprendere sul territorio Provinciale, la crisi occupazionale in primis e le questioni all’ordine del giorno del dibattito pubblico come il sistema sanitario, il servizio idrico e il riassetto istituzionale, si è proceduto ad indicare le regole per il tesseramento 2013, ormai ufficialmente aperto dagli inizi di giugno, ribadendo che ai sensi del regolamento nazionale del tesseramento per i circoli territoriali è necessaria l’istituzione di un ufficio adesione votato dai 2/3 del direttivo di circolo, che sia rappresentativo delle diverse sensibilità, il quale dovrà stilare un elenco di iniziative pubbliche per permettere di ritirare la tessera in forme pubbliche e partecipate.

La federazione provinciale si impegnerà successivamente a dare massima pubblicità sul sito e sui network di comunicazione.

Il costo della tessera è di euro 20, dei quali euro 15 dovranno essere versati alla Federazione Provinciale.

Tanti i punti toccati dai Segretari di circolo, dalla situazione politica nazionale e dalle difficoltà nello spiegare ai cittadini la scelta del governo di larghe intese, passando per il congresso che dovrà tenersi in autunno, la necessità di un superamento reale e fattivo delle correnti organizzate che non rappresentano più una fiocina di idee ma una stratificazione di diversi “partiti nel partito”.

Il rapporto degli eletti in una discussione che dovrà essere sempre più inclusiva sulle decisioni strategiche da prendere per il nostro territorio e che dovrà far in modo che gli eletti a tutti i livelli, dai parlamentari ai consiglieri comunali, abbiano un rapporto più diretto con gli iscritti ed i gruppi dirigenti locali. Le preoccupazioni in merito al sistema sanitario che non riescono a garantire livelli minimi di assistenza e di cura e se da un lato vi e’ l’apprezzamento per il lavoro svolto fin qui dal Presidente Zingaretti a procedere nell’interesse generale secondo criteri di merito e competenze, i segretari di circolo sollevano criticità territoriali e ribadiscono che ulteriori tagli farebbero emergere difficoltà oggettive al territorio. Altre questioni affrontate come la gestione dei rifiuti e del servizio idrico e il dibattito sul riassetto istituzionale che vive momenti di difficoltà rispetto ad un quadro normativo instabile e che nel piccolo non consente ad esempio l’approvazione dei bilanci nei comuni.

In riferimento poi al congresso nazionale, vi è la giusta preoccupazione dei Segretari di Circolo in merito allo stato di incertezza sulle regole che crea destabilizzazione. Il dibattito pubblico a mezzo stampa che vede protagonisti i dirigenti nazionali in questi giorni rispetto alle regole del congresso viene più volte definito stucchevole sottolineando come il dibattito congressuale vada riportato sui contenuti e sulle piattaforme politiche nell’interesse del Paese prima, del partito poi. Un dibattito poco appassionate perché troppo spesso incentrato sul “chi” e non sul “cosa”. Il compito importante dei Segretari di circolo di farsi garanti di un percorso congressuale e di tesseramento trasparente e pubblico e’ accompagnato dalla richiesta ai livelli superiori del partito di essere imparziali e pienamente rispettosi delle regole e dello Statuto del PD.

L’incertezza economica del partito, la necessità di un dibattito aperto anche sulle forme di finanziamento e’ accompagnata dalla richiesta ai riferimenti istituzionali di contribuire secondo le regole al finanziamento del partito, dato che ogni singolo iscritto ha contribuito al l’elezione dei nostri eletti e che tutti devono essere impegnati a costruire una casa comune e mantenere in vita l’attività del partito.

L’importanza di utilizzare la Federazione provinciale del Partito come struttura funzionale all’incontro tra gli eletti e i cittadini, che dia un servizio diretto alle esigenze del territorio.

In conclusione numerose sono state le proposte uscite dall’Assemblea provinciale dei segretari di circolo con un programma di lavoro nei prossimi mesi che veda aprire un dibattito aperto e inclusivo dei dirigenti locali partendo dalle feste democratiche.

L’importanza di organizzare un incontro provinciale tra i dirigenti locali e gli amministratori per creare maggiori sinergie e possibilità di intensificare il lavoro politico in vista dei prossimi appuntamenti.

L’organizzazione di quattro incontri sui collegi camerali con i direttivi dei circoli e degli amministratori nel mese di settembre, per costruire un profilo politico programmatico della Provincia di Frosinone in vista degli appuntamenti di dibattito verso il Congresso del Partito Democratico.