Commissione Legalità, “Documento programmatico” (2 luglio 2015)

Di 2 Luglio 2015 News

partecipare-associazioni-600x244

Premesse

La Commissione Legalità del PD Lazio, intende con il suo lavoro aprire nel Partito, per gli iscritti e i cittadini tutti, un luogo di libero confronto e sostegno nella lotta alla deriva culturale che stiamo vivendo.
Attraverso una road map definita si vuole realizzare una serie di azioni concrete in grado di dotare il Partito, gli Amministratori e tutti gli abitanti del territorio laziale, degli strumenti idonei per far fronte comune contro il malaffare diffuso.
Si vuole ripartire dal “Codice etico” dello statuto PD, rafforzandolo, iniziando dai principii di lealtà e coesione che dovrebbero essere la colonna portante del partito. Altresì si intende, ispirandosi ai valori più nobili della Costituzione Italiana, diffondere un rinnovamento basato sugli stessi e affrontando fino in fondo la questione morale affermando i principii di legalità troppe volte dimenticati.

Obbiettivi

Al fine di attuare le premesse di cui sopra la Commissione Legalità intende promuovere e sostenere: eventi, iniziative e produzione di documenti organizzando in sottogruppi di lavoro. Si ripropone inoltre di agire per punti specifici, che successivamente verranno accompagnati da un calendario pubblico auspicando la più ampia partecipazione alle attività proposte.
La Commissione legalità propone di:

  • audire in Commissione i segretari delle città capoluogo, provinciali e tutti i rappresentanti regionali al fine di instaurare un rapporto continuativo e fruttuoso per la lotta al malaffare e l’illegalità diffusa;
  • promuovere corsi di formazione, workshop, anche tramite la creazione di una scuola di partito ad hoc, per gli amministratori della P.A. fornendo gli strumenti necessari per sgombrare il campo di azione politica da quelle zone d’ombra dove spesso si insinuano le mafie. Tramite questi incontri si vuole dunque rafforzare la preparazione per gli eletti, aggiornandoli su leggi, in materia di trasparenza, offrendo un punto di riferimento al fine di aiutare gli eletti nella loro azione quotidiana evitando possibili errori o l’immobilismo, dove invece il cittadino-elettore a buon diritto chiede risposte concrete e città amministrate al meglio;
  • formare amministratori e iscritti tramite appositi corsi, o workshop, fornendo gli strumenti idonei (scuola di partito) per poter amministrare nella piena consapevolezza e nel rispetto delle leggi;
  • promuovere incontri, eventi, iniziative volte a diffondere i valori della legalità così come riportato dallo Statuto del PD e secondo i dettami della Costituzione italiana;
  •  suggerire modifiche allo Statuto e al codice etico per rafforzarne l’efficacia. Inoltre auspica l’applicazione di un tetto per le spese che possono sostenere i candidati in campagna elettorale, per ripristinare la “normalità” in cui si dovrebbero svolgere momenti delicati come quelli delle elezioni, con spese che siano corrispettive alle capacità personali dei candidati e alla forza del partito che deve sostenerli;
  • proporre la creazione di uno sportello “Legalità PD Lazio”, dove con tutte le garanzie del caso gli amministratori possano trovare risposte in materia di antimafia, anti racket e trasparenza.

 

Mission

Rivendicare l’identità del PD, da sempre contraddistinto per la valorizzazione e attuazione di politiche volte a sostenere la legalità e l’onestà. Va rinnovato dunque il patto di lealtà tra eletti ed elettori, tra amministratori e amministrazioni, tra politica e società civile, affermando ancora una volta quali sono i principi di legalità su cui il PD si fonda. E’ necessario riscoprire il senso di appartenenza al Partito, di identità degli iscritti e degli amministratori, in particolare al fine di far emergere in tutti il senso del bene comune da seguire alla base dell’azione politica del Partito tramite una moral suasion.

Allegato

Commissione Legalità del PD Lazio, “Documento programmatico”, 2 luglio 2015 (pdf, 2 pp.)

Link