Zingaretti-ANAC: Melilli scrive al Capogruppo PD Rosato (26 settembre 2015)

 

150325-fabio-melilli5

Comunicato stampa 26 settembre 2015

Rivedere Legge Severino

Il Segretario del PD Lazio Fabio Melilli ha inviato una lettera al Capogruppo del PD alla Camera Ettore Rosato, dopo la vicenda che coinvolge il Presidente Zingaretti e l’ANAC riguardo alla nomina di un Commissario Ipab.

Di seguito il testo della lettera.

“Caro Ettore,
l’intervento dell’Autorità Anticorruzione su una nomina fatta dal Presidente Zingaretti sulla base di una autocertificazione di un candidato a ricoprire un incarico pubblico, riportato oggi dalla stampa, apre una questione rilevante sulle norme della legge Severino.
Non dobbiamo certo arretrare sul versante della lotta alle illegalità e alla corruzione, ma non possiamo rendere uguali tutte le responsabilità. Una autocertificazione, se e’ falsa,  comporta responsabilità di chi la sottoscrive e non certo di chi la utilizza. Peraltro in questo caso la regione ha attivato tutte le verifiche e, a seguito delle stesse, ha revocato la nomina.
Che un amministratore pubblico, in questo caso un Presidente di Regione, rischi di venire sospeso dall’esercizio del potere di nomina per una vicenda che riguarda una nomina in una Ipab, penso imponga a tutti noi una riflessione sull’opportunita’ di rivedere le norme della legge Severino che non prevedono nemmeno graduazioni tra le diverse fattispecie, come ci ricorda lo stesso Cantone.
Ti chiedo pertanto di attivarti per correggere anomalie che rischiano di ingenerare una paralisi delle amministrazioni pubbliche”.