Lorenza Bonaccorsi: “La bella politica che sa parlare al Paese” (14 ottobre 2015)

Di 14 Ottobre 2015 News

140918-lorenza-bonaccorsi
Tratto dall’intervento di Lorenza Bonaccorsi, presidente del PD Lazio, alla conferenza “Lazio: pmi e nuovo lavoro”  del 15 ottobre 2015

Quando ho assunto la carica di Presidente dell’Assemblea del Partito Democratico del Lazio ho dichiarato che avrei lavorato per costruire una gestione plurale del partito e per trasformare quanto più velocemente possibile il PD Lazio in uno strumento per il rinnovamento della politica regionale.
La scelta, di comune accordo con il segretario regionale, di costituire le Commissioni di studio del PD Lazio risponde a questo duplice obiettivo.
Sono infatti convinta che l’azione riformatrice del Partito Democratico nazionale e del governo di Matteo Renzi avranno successo solo se si riuscirà a mantenere tale azione in stretto rapporto con gli iscritti e i militanti nei circoli e nei territori.
Per tali motivi la conferenza “Lazio: pmi e nuovo lavoro” è doppiamente preziosa:

  1. in primo luogo perché fa incontrare e colloquiare amministratori, forze produttive, partito e cittadini con l’obiettivo comune di favorire lo sviluppo della nostra regione
  2. in secondo luogo perché dimostra nei fatti che anche nel Lazio, anche a Roma è possibile la “bella politica”, la politica cioè che sa parlare al Paese e sa trovare soluzioni.

La mia idea è che il Partito Democratico, anche nella sua forma regionale, debba stimolare il dibattito culturale e politico nella società, produrre cultura politica e provare a mettere in moto luoghi di pensiero e di ragionamento, ricollegandosi al mondo produttivo, accademico, culturale e intellettuale.

Oggi i blocchi sociali che caratterizzavano l’Italia solo pochi decenni fa sono stati profondamente ridisegnati: l’Italia del 2015 è fortemente segnata dai nuovi fenomeni sociali e economici quali la globalizzazione, la digitalizzazione, i flussi migratori.
Ragionando di lavoro e sviluppo non possiamo dimenticare questi fenomeni e non tener conto che questa è l’era del digitale, della sharing economy, dell’economia sociale.
Dobbiamo pertanto lavorare sul tema “Lavoro e sviluppo” con una cultura politica ed economica adatta al nostro secolo e guardare avanti a quella che sarà la nostra società da qui a 10, 20 anni.
Per citare Matteo Renzi “noi siamo di sinistra perché pensiamo che il futuro sia la nostra casa, il nostro orizzonte, la nostra destinazione”.
Grazie dunque alle Commissioni per il lavoro già svolto e per quello che faranno nei prossimi mesi: insieme costruiremo il “nostro” programma per le elezioni regionali del 2018.

Locandina def

Commissione “Lavoro e formazione professionale” del PD Lazio

Leggi anche

Leggi anche