Istat, nel Lazio sono 38 mila gli «occupati» in più (13 giugno 2016)

Di 13 Giugno 2016 PD Lazio

160613-zingaretti-valente

Numeri positivi rispetto al trimestre 2015: quelli della regione sono anche migliori della media italiana. Aumentano anche i dati sull’occupazione femminile.

Lucia Valente, assessore al Lavoro della Regione Lazio: “i dati Istat sul mercato del lavoro nel I trimestre 2016, con 38mila occupati in più nel Lazio rispetto allo stesso periodo del 2015, ci danno ragione sulle politiche che abbiamo messo in campo in questi anni”

Più lavoro nel Lazio

Secondo i recenti dati Istat sull’occupazione, relativi al primo trimestre del 2016, si è registrato un significativo miglioramento del mercato del lavoro nella regione Lazio.

Occupazione in crescita

Nel periodo preso in esame, infatti, gli occupati sono stati 2 milioni e 311 mila, quindi circa 38 mila in più rispetto allo stesso trimestre del 2015.
Sale nettamente l’occupazione nella fascia compresa tra 15 e 24 anni, che passa dal 58,1 per cento del I trimestre 2015 al 59,4 per cento del trimestre 2016.
Non solo: il dato della crescita è più alto della media nazionale che si assesta al 56,3%.
Segnali positivi arrivano anche dalle «quote rosa» del mercato del lavoro, e anche qui il confronto con il resto del Paese è positivo per la regione.
Infatti il tasso di «occupazione femminile è, nel Lazio, del 51,9 per cento.
Quindi, considerando che la media nazionale registra un 47,3 per cento, il valore relativo al Lazio è superiore di oltre quattro punti percentuali.

Le reazioni – Nicola Zingaretti, governatore della Regione Lazio

130222-nicola-zingaretti

Il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, accoglie le rilevazioni dell’Istat con un sorriso: «I dati dell’Istat sul lavoro sono positivi per l’Italia e confermano che il Lazio è sopra il trend nazionale — dice a margine dell’inaugurazione della casa della Salute di Zagarolo — intanto per l’occupazione, visto che la media italiana è inferiore a quella registrata nella nostra regione». Il confronto è positivo, come detto, anche sul lavoro femminile: «Ci sono segnali incoraggianti. Ovviamente non ci fermiamo perché sono tendenze e fatti positivi ma dobbiamo rimettere al centro il tema del lavoro perché se c’è un impegno i risultati arrivano».
Le persone in cerca di occupazione sono 293 mila, 67 mila in meno rispetto al I trimestre 2015 mentre il tasso di disoccupazione è calato dal 13,7% del I trimestre 2015 al 11,3% dello stesso periodo del 2016.
11 giugno 2016 | 07:44

Le reazioni – Lucia Valente, assessore al Lavoro della Regione Lazio

Fonte: AskNews

lucia-valente2

(Lucia Valente, Assessore Lavoro della regione Lazio)

“I dati Istat sul mercato del lavoro nel I trimestre 2016, con 38mila occupati in più nel Lazio rispetto allo stesso periodo del 2015, ci danno ragione sulle politiche che abbiamo messo in campo in questi anni. Il tasso di occupazione (15 – 64 anni) sale al 59,4 % rispetto al 58,1 del primo trimestre 2015 e le persone in cerca di occupazione sono 67mila in meno rispetto al I trimestre 2015”.
Così in una nota l’assessore al Lavoro della Regione Lazio, Lucia Valente.
“Da quando siamo arrivati alla guida di questa Regione abbiamo lavorato con un unico pensiero in testa: dare servizi efficienti e risposte concrete a chi era senza lavoro dedicando misure e finanziamenti a tutte le persone in difficoltà. Lo abbiamo fatto – spiega – attuando le nove misure della Garanzia Giovani e investendo con i fondi europei nel Contratto di ricollocazione. Inoltre, a breve, pubblicheremo un nuovo avviso sul contratto di ricollocazione dedicato solo alle donne mamme. Il nostro impegno si è concentrato in questi anni anche sul rafforzamento dei servizi per il lavoro che, se efficienti, sono essenziali per l’incontro tra la domanda e l’offerta. I risultati che leggiamo dall’Istat sono buoni e ci incoraggiano a continuare a lavorare per lo sviluppo e la crescita della nostra Regione e per tutti i cittadini” conclude Valente.

Lucia Valente – leggi anche