Categoria

News

Segui le ultime notizie su PD Lazio e PD nazionale

Basta un Sìndaco (9 Novembre 2016)

Di | News

 

161109-bastaunsindaco

Mercoledì 9 Novembre 2016 ore 10.00 — 13.00 Roma Eventi – Piazza di Spagna, Via Alibert, 5A
www.bastaunsi.it #bastaunsindaco

Come cambiano e verso quale direzione le relazioni istituzionali fra i diversi livelli di governo del Paese?
Come si rendono esigibili i diritti fondamentali?
Quale ruolo giocano le istituzioni democratiche nella vita dei cittadini e nei fatturati delle imprese?
Le competenze e l’autonomia degli enti sono stimoli o limiti all’esercizio delle libertà individuali? Queste sono le domande a cui cercherà di rispondere il dibattito fra alcuni dei protagonisti della vita istituzionale del governo e dei territori che sostengono il Sì al referendum costituzionale.

161109-bastaunsindaco2
La riforma costituzionale vista dalle istituzioni più vicine ai cittadini.
Presentazione
Roberto Cociancich, Coordinatore dei volontari per il Sì al referendum costituzionale

Introduzione
Angelo Rughetti, Sottosegretario di Stato

Coordina il dibattito
Claudia Fusani, giornalista de L’Unità

Interventi

Giuseppe Sala, Sindaco di Milano
Mariarosa Barazza, Sindaco di Cappella Maggiore
Giuseppe Falcomatà, Sindaco di Reggio Calabria
Achille Variati, Sindaco di Vicenza
Massimo Castelli, Sindaco di Cerignale
Furio Honsell, Sindaco di Udine
Federico Borgna, Sindaco di Cuneo
Flavio Tosi, Sindaco di Verona
Dario Nardella, Sindaco di Firenze
Loredana Devietti Goggia, Sindaco di Ciriè
Enzo Bianco, Sindaco di Catania

Punti di vista
Annamaria Furlan, Segretaria Generale CISL
Gaetano Maccaferri, componente Advisory Board Confindustria
Roberto Moncalvo, Presidente Coldiretti

Le conclusioni sono affidate a
Graziano Delrio, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Interverrà
Matteo Renzi, Presidente del Consiglio

Link

Legautonomie 1916/2016, Cento anni di storia del riformismo per il governo locale (8 Novembre 2016)

Di | News

161108-legaautonomie

L’8 Novembre 2016 a Roma, presso la “Sala Tevere” della Regione Lazio, Via Cristoforo Colombo 212, dalle ore 15.00 avrà luogo il convegno organizzato da Legautonomie Lazio  in occasione del Centenario della Lega delle Autonomie locali.

Per informazioni: segreteria@legautonomielazio.it – tel 06 69766034 fax 06 31072100

Programma dei lavori

Presiede
BRUNO MANZI
Presidente Legautonomie Lazio

Saluto
NICOLA ZINGARETTI, Presidente Regione Lazio

Introduzione
OSCAR GASPARI
Storico e autore del Volume “La Lega delle Autonomie 1916 – 2016 Cento anni di storia del riformismo per il governo locale”

Intervengono

MATTEO RICCI
Sindaco di Pesaro

LUCIANO VIOLANTE
Presidente Emerito della Camera dei Deputati

FABIO REFRIGERI
Assessore Infrastrutture, Enti Locali e Politiche Abitative Regione Lazio

ALESSANDRA SARTORE
Assessore Politiche del bilancio, Patrimonio e Demanio Regione Lazio

FABIO BELLINI
Presidente Commissione Affari costituzionali e statutari
affari istituzionali, enti locali e risorse umane federalismo fiscale, sicurezza, integrazione sociale e lotta alla criminalità Regione Lazio

NICOLA MARINI
Presidente CAL Regione Lazio, Sindaco di Albano.

Conclusioni

MARCO FILIPPESCHI
Presidente Legautonomie, Sindaco di Pisa

La locandina

161108-legaautonomie-3

clicca per ingrandire immagine

FormazioneDemocratica: Storia del pensiero politico, le radici culturali del PD (26 ottobre 2016)

Di | News, PD Nazionale

161018-formazione-democratica
Corso di formazione in Storia del pensiero politico: le radici culturali del PD, il divenire della Costituzione

Obiettivi

Il Corso si prefigge di ripercorrere le fondamenta culturali e le interpretazioni della Costituzione che sono alla base del PD, focalizzando l’attenzione su alcuni classici del pensiero politico.

Programma

  1. Antonio GRAMSCI: l’egemonia politica e il ruolo degli intellettuali
  2. Luigi STURZO: l’amministrazione decentrata e l’autogoverno locale
  3. Piero GOBETTI: le èlite dirigenti e la politica “attiva”
  4. Altiero SPINELLI: il federalismo europeo e la Costituzione cosmopolita

Struttura

Il Corso inizia il 26 ottobre 2016 e ha una durata di 4 lezioni.
Gli incontri si tengono il mercoledì dalle ore 17,00 alle ore 19,30 a Roma, presso la sede del PD Lazio in via degli Scialoja 3.

Destinatari

Il Corso è rivolto a iscritti, simpatizzanti ed elettori del PD.
È previsto l’obbligo di frequenza.
Al termine del percorso formativo verrà rilasciato un attestato di partecipazione a tutti coloro che avranno seguito almeno 1’80% delle attività didattiche.

Come candidarsi

Le persone interessate possono candidarsi inviando all’e-mail: formazione.pdprovrm@libero.it il proprio curriculum vitae o richiedendo l’apposita scheda di partecipazione. Essendo il numero di posti limitato, verrà seguito un criterio cronologico di adesione.

Info

Locandina

  • Scarica la locandina in pdf

Costituzione: le ragioni della riforma (Roma, PD Alberone, 13 ottobre 2016)

Di | News

costituzione-le-ragioni-della-riforma-alberone-13-10-2016
Giovedì 13 ottobre 2016 dalle ore 18.30 iniziativa pubblica del “Comitato per il sì del VII Municipio di Roma” con la partecipazione di Beppe Vacca, Direttore della Fondazione Istituto Gramsci e presidente del “Comitato Lazio vota sì
L’incontro si svolge presso la sezione Alberone del PD VII Municipio di Roma in via Appia Nuova 361 (metro A, Furio Camillo).

Agenda

Introduce: Antonella Di Giacomo, Comitato per il sì Alberone

Interventi

  • Giuseppe Vacca, Direttore della fondazione Istituto Gramsci, presidente del “Comitato Lazio vota sì
  • Marco Olivetti, Professore di istituzioni di diritto pubblico, componente della commissione Letta per le riforme costituzionali
  • Ileana Piazzoni, Deputata, subcommissaria PD VII Municipio di Roma
  • Rosa Ferraro, Segretaria Giovani Democratici Alberone

Modera: Vittorio Ferla, giornalista e blogger, coordinatore “Comitato per il sì del VII Municipio Roma”

Link

bastaunsi

Terremoto Centro Italia: l’elenco dei circoli PD Roma per la raccolta beni (24 agosto 2016)

Di | News

160824-pd-roma-terremoto2

 

Fonte: pdroma.it

Qui sotto trovate l’elenco e gli orari (in aggiornamento) dei circoli Pd aperti per la raccolta di beni di prima necessità per le popolazioni colpite dal terremoto. Occorrono:
• Carta igienica
• Rotoloni asciugatutto
• Bicchieri di plastica
• Piatti di plastica
• Tovaglioli di carta
• Prodotti per la pulizia personale (shampoo, bagnoschiuma, sapone ecc.)
• Salviette umidificate
• Pannolini (per adulti e per bambini)
• Colori per i bambini
• Blocchi di carta
• Giochi per i bambini
• Acqua minerale – naturale
• Torce e pile e batterie elettriche
• Apriscatole
• Kit pronto soccorso
• Medicine da banco (tachipirine – cerotti – pomate per ferite ecc.)
• Cibi in scatola
• Latte in polvere
• Succhi di frutta
• Omogeneizzati
• Assorbenti
• Spazzolini
• Dentifricio

Fabio Melilli, PD Lazio: Amazon, scelta felice per la nostra regione, frutto di un lavoro congiunto a tutti i livelli istituzionali (22 luglio 2016)

Di | News

151014-fabio-melilli

“È davvero una bella giornata per la nostra terra – è questo il commento del deputato Fabio Melilli, segretario del PD Lazio, a seguito dell’ufficializzazione dello sbarco in provincia di Rieti di Amazon.
“La scelta del colosso mondiale del commercio on-line di realizzare in Sabina il centro logistico che servirà tutto il Centro-Sud d’Italia sta a dimostrare che la decisione di realizzare un polo per lo scambio merci a Passo Corese è stata davvero felice. In questi anni è stato svolto un lavoro silenzioso a tutti i livelli istituzionali, dal Consorzio Industriale, al Comune, dalla Regione al Mibact, passando per il Governo e il risultato ottenuto ci ripaga ampiamente del lavoro svolto. L’arrivo di Amazon è il frutto di un approccio serio, di una capacità di accelerazione delle decisioni nei tavoli di coordinamento di tutte le autorità coinvolte ma soprattutto da oggi il Polo Logistico di Passo Corese  avrà nuove e più ampie prospettive di sviluppo e di crescita”.
Lo afferma in una nota il deputato Fabio Melilli in merito all’ufficializzazione dell’arrivo in provincia di Rieti della multinazione del e-commerce Amazon.

Leggi anche

Rassegna web

Regione Lazio: 4 milioni per sostenere le attività di contrasto alla violenza sulle donne (14 luglio 2016)

Di | News

160531-sportello-antiviolenza

Le risorse saranno utilizzate per realizzare una serie di strutture sul territorio dedicate alle donne. La Regione ha stabilito di contribuire con Fondi regionali e Fondo Dipartimento Pari Opportunità all’istituzione di 13 centri antiviolenza distribuiti su tutto il territorio regionale

La Regione aumenta le risorse a disposizione per sostenere l’attività di contrasto alla violenza sulle donne: il fondo passa da 250mila euro a 4 milioni, si tratta di risorse importanti con cui saranno realizzate una serie di strutture sul territorio dedicate alle donne.
Ecco quante sono e dove si trovano le strutture dedicate alle donne. 8 i centri antiviolenza, di cui: 3 in provincia di Frosinone; 1 in provincia di Latina e 4 in provincia di Roma, mentre le Case rifugio sono 8, di cui 5 a Roma con 77 posti disponibili; 2 a Latina con 13 posti disponibili; 1 a Frosinone con 7 posti disponibili.

I contributi per i centri antiviolenza già esistenti

È stato stabilito un contributo di 30.000 euro. Le case di semi-autonomia sono in totale 3, di cui: 2 sulla provincia di Roma con 14 posti letto, 1 sulla provincia di Latina con 7 posti letto.

Nuovi centri antiviolenza e case rifugio

La Regione ha stabilito di contribuire con Fondi regionali e Fondo Dipartimento Pari Opportunità all’istituzione di 13 centri antiviolenza distribuiti su tutto il territorio regionale (Frosinone 2; Latina 3;Rieti 1; Roma 6; Viterbo 1); 5 case rifugio, una per ciascun territorio provinciale; 1 nuova casa di semi-autonomia sul territorio della provincia di Roma.

“Abbiamo aumentato le risorse per contrastare la violenza sulle donne. Prima la nostra Regione investiva 250mila euro all’anno per sostenere attività di contrasto alla violenza sulle donne. Noi mettiamo a disposizione 4 milioni con cui realizzeremo una serie di strutture sul territorio dedicate alle donne”- il commento del presidente, Nicola Zingaretti.

Il cordoglio del Pd agli Usa e alla comunità LGBT (13 giugno 2016)

Di | News

160613-we-stay-with-orlando-1

We stand with Orlando

160613-twitter-1

“Sconvolti dalle terribili notizie che giungono dagli Sati Uniti, esprimiamo vicinanza alle famiglie delle vittime e al popolo americano a nome di tutto il Pd. La difesa dei diritti e delle libertà individuali si conferma una priorità decisiva per una convivenza davvero civile che va perseguita quotidianamente senza tentennamenti”.
Lo hanno dichiarato i vicesegreatari del Pd Debora Serracchiani e Lorenzo Guerini, e il presidente del Pd Matteo Orfini.

“Siamo vicini all’America e alle famiglie delle vittime per questo ennesimo atto di violenza che questa volta ha colpito un locale gay provocando la morte di 50 giovani. Ancora una volta è stato colpito un luogo di ritrovo di molti ragazzi e ragazze, che rischiano di pagare il prezzo più alto di questa ondata di odio. Abbiamo oggi una generazione di giovani da difendere dall’odio e dalla paura. L’attenzione del nostro Paese rimane alta e non cederemo di fronte alla minaccia della paura soprattutto quando si parla di libertà conquistate in anni di democrazia”. Così Micaela Campana, responsabile Diritti del Pd.

160613-twitter-2
“Mi auguro che tutti i giocatori di #EURO2016 – a partire dai nostri azzurri – indossino una fascia arcobaleno per dimostrare solidarietà con quanto successo ad Orlando”. Così Luca Di Bartolomei, responsabile Sport del Pd.

160613-twitter-3

Elezioni 5 giugno 2016: come si vota

Di | News

150524-guida-elezioni-comunali2

 

  • Partito Democratico, “Guida alle elezioni comunali per i rappresentanti di lista” (pdf, 148 K, 26 pp)
  • Ministero dell’Interno, “Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione – pubblicazione n. 14” (pdf , 9 M, 398 pp.)
  • Ministero dell’Interno, “Elezione del sindaco e del consiglio comunale – Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione” Allegato A – Esemplificazioni (pdf, 3.6 M, 27 pp.)
  • Facsimile scheda elettorale per il comune di Roma facsimile-scheda-comune-roma

 

Amministrare la conoscenza e la cultura a Roma (15 maggio 2016)

Di | News

filosofia-1412763699_202

Amministrare la conoscenza a Roma

Una delle principali vocazioni di Roma Città Metropolitana è produrre e diffondere conoscenza.
Per esserne convinti, basta osservare la quantità di istituzioni per la conoscenza che hanno sede a Roma e nella sua provincia: dalle università, italiane e estere, agli istituti di formazione terziaria per un tot. di 41 sedi; e poi gli enti pubblici e privati di ricerca; la fitta rete di biblioteche (Biblioteca Nazionale Centrale, biblioteche universitarie e di istituti di ricerca, le biblioteche storiche, la rete bibliotecaria cittadina).
Sappiamo oramai molto bene che le università, gli enti di ricerca, tutte le istituzioni della conoscenza hanno un ruolo decisivo per la crescita economica di un territorio.
Si tende invece a trascurare il fatto che quelle istituzioni hanno un ruolo decisivo anche per la crescita della società nel suo complesso, attraverso la costruzione della cittadinanza scientifica.
Costruire la cittadinanza scientifica significa fare in modo che la conoscenza non diventi un fattore di nuova esclusione sociale, ma un fattore attivo di inclusione sociale.

(continua a leggere in pdf)

Amministrare    la “cultura” a Roma

Parliamo tanto e spesso di cultura, in questi momenti in cui la prossimità delle scelte elettorali spinge  a  formulare  una  visione  per  la  città  insieme  con  gli  interventi  che  si  ritengono  utili  e necessari.
Ma quale cultura? Cultura in che senso?
Faccio un giro rapido sui programmi dei candidati e vedo che alla parola cultura corrisponde  un tema ben  preciso:  per  cultura  si  intende  quell’insieme  di attività  di  fruizione che  si  svolge  in cinema, teatri, musei, siti archeologici e che sono destinate al consumo nel tempo libero.
Non per niente, è proprio questa l’accezione socio-politica della parola cultura che nei programmi dei  candidati va  insieme  a:  turismo,  imprese culturali  e  creative,  istituzioni  culturali,
decentramento.
Su  questa  base,  la  politica  culturale suggerita  nei  programmi  per la  città  equivale    di  fatto all’obiettivo di estendere il consumo artistico, inteso come la molla per accrescere o “rigenerare” il  pubblico di  teatri,  musei  o  sale  da  concerto.
Insomma:  l’idea  è  che  lavorare  per  la  cultura equivalga a moltiplicare l’offerta, allargando i fruitori dei prodotti dell’industria culturale: il  pubblico di  teatri,  musei  o  sale  da  concerto.

(continua a leggere in pdf)

Leggi anche

Chi è Raffaella Petrilli?

140120-raffaella-petrilli-bis

Raffaella Petrilli è Professore Associato di Teoria e Filosofia dei Linguaggi presso l’Università della Tuscia (Viterbo)

Raffaella è stata componente della Direzione regionale del PD Lazio e responsabile “Saperi, università e ricerca” nella segreteria del PD Roma guidata da Lionello Cosentino

Contatti

Link