Categoria

Provincia di Roma

Tutti i comunicati e le notizie sulla Provincia di Roma

PD provincia di Roma – I documenti della Conferenza Programmatica del 20 e 22 Marzo 2015

Di | Provincia di Roma

150328-logo-pd-provincia-roma
di Rocco Maugliani, coordinatore del PD provincia di Roma

Cari democratici,  abbiamo deciso di convocare questa Conferenza Programmatica a dicembre, mentre a Roma impazzava lo scandalo di “Mafia Capitale” e in provincia i nostri consiglieri lavoravano allo Statuto dell’Area Metropolitana.
Ci era sembrata una buona idea cogliere l’occasione per una due giorni di confronto, nella quale chiamare a raccolta tutto il gruppo dirigente diffuso del Partito del nostro territorio per parlare di noi, di quello che siamo, di quello che sembriamo a noi stessi e agli altri, di quello che ancora non siamo e, soprattutto  di quello che vogliamo essere e di come riusciremo a diventarlo

Documenti

  • Relazione Segretario (doc)
  • Forma e Formazione Partito (docx)
  • Regolamento Quadro per l’albo delle Primarie (doc)
  • Diritti, legalità e welfare (pdf)

Elezioni consigli metropolitani e nuove Province nel Lazio (10 settembre 2014)

Di | Provincia di Frosinone, Provincia di Latina, Provincia di Rieti, Provincia di Roma

140910-anci 

Si vota per eleggere i consigli delle nuove città metropolitana e delle nuove Province: si tratta di elezioni di “secondo livello” nelle quali non votano i cittadini ma i consiglieri già eletti nelle amministrazioni locali.
Le date: per la città metropolitana di Roma si vota il 5 ottobre 2014, per le “nuove” province di Frosinone, Latina e Rieti si vota il 12 ottobre 2014 (Viterbo voterà nel 2015).

Tra il 28 settembre e il 12 di ottobre 2014, in date differenti da provincia a provincia, si svolgeranno in tutta Italia le prime elezioni con sistema di secondo livello per i Presidenti di Provincia e i Consigli provinciali di 64 province e per il Consigli metropolitani di 8 Città metropolitane.
Saranno dunque i Sindaci ad assumere la guida delle nuove Province, portando a compimento una prima parte della riforma prevista dalla legge 56/14, quella che introduce in Italia il voto di secondo livello, un modello innovativo di governo.
Saranno 986 invece di 2.500 i nuovi amministratori che dovranno essere eletti:  64 Presidenti di Provincia, 760 consiglieri provinciali e 162 consiglieri metropolitani.

A Roma si vota per la città metropolitana il 5 ottobre 2014

Per quanto riguarda le Città metropolitane, Milano, Bologna, Genova, Firenze e Bari voteranno il 28 settembre; Roma il 5 ottobre; Torino e Napoli il 12 ottobre.
Ad assumere la carica di sindaco metropolitano saranno di diritto i Sindaci del Comune capoluogo, mentre ad essere eletti saranno i Consiglieri metropolitani, votati tra i Sindaci e i Consiglieri in carica dei Comuni della Provincia ed  eletti dai Sindaci e i Consiglieri dei comuni della provincia.
Per quanto riguarda le 64 Province le date di svolgimento delle elezioni per il Presidente della Provincia e i consiglieri provinciali sono riportate nella tabella allegata. Anche in questo caso, gli eletti saranno votati tra i Sindaci e i Consiglieri comunali in carica, nonché, limitatamente alle prime elezioni, tra i Consiglieri provinciali uscenti. Ad eleggerli saranno i Sindaci e i Consiglieri dei comuni della provincia. Il Presidente della Provincia resterà in carica 4 anni, mentre il Consiglio provinciale si rinnoverà ogni 2 anni.
Il numero dei Consiglieri metropolitani e dei Consiglieri provinciali varia a seconda della fascia della popolazione della Provincia, da un minimo di 14 ad un massimo di  24 per i Consigli metropolitani, e da un minimo di 10 ad un massimo di 16 per i Consigli provinciali.
È eletto Presidente della Provincia il Sindaco – o per le prime elezioni, il consigliere provinciale uscente – che consegue  il maggior  numero  dei  voti “ponderati”.
Il voto di ciascun elettore è infatti ponderato in modo che sia proporzionale al numero di cittadini che il consigliere comunale e il sindaco rappresentano all’interno dell’intero corpo elettorale della Provincia, in base alla popolazione residente nel Comune di appartenenza.
In caso  di  parità  è eletto il più giovane.
Per l’elezione del Consiglio metropolitano  e del Consiglio provinciale oltre al meccanismo del voto ponderato è previsto un voto di lista, con la possibilità all’elettore di esprimere un voto di preferenza per uno dei  candidati compreso nella lista.
Le operazioni di scrutinio inizieranno alla chiusura dei seggi, o al più tardi, il giorno dopo.
(…)
Per ulteriori approfondimenti si allegano le guide redatte dall’Anci e dall’Upi sulle modalità e gli adempimenti delle elezioni dei Consigli metropolitani, dei Presidenti di Provincia e dei Consigli provinciali.

Per approfondire

  • Lo speciale di ANCI su “Legge Delrio n. 56/2014”, 7 agosto 2014
  • ANCI, UPI, “Città metropolitane: Legge 56/14 – Elezioni: scadenze e adempimenti”, 5 agosto 2014  (pptx, 174 K, 18 slide)
  • ANCI, UPI, “Province: Legge 56/14 – Elezioni: scadenze e adempimenti”, 5 agosto 2014 ( pptx , 173 K , 20 slide)

Articoli collegati

I RISULTATI UFFICIALI DELLE PRIMARIE PER L’ELEZIONE DEL SEGRETARIO REGIONALE DEL 16 FEBBRAIO 2014

Di | Provincia di Frosinone, PD Lazio, Provincia di Latina, Provincia di Rieti, Provincia di Roma, Provincia di Viterbo

banner-home-pd-2014-371x240

CANDIDATI SEGRETARIO REGIONALE:
-FABIO MELILLI: 32.015 (62,66%)
-LORENZA BONACCORSI: 14.325 (28,04%)
-MARCO GUGLIELMO: 4.754 (9,30%)

TOTALE VOTI VALIDI:
51.094 (99,22%)

-SCHEDE NULLE:
167 (0,32%)
-SCHEDE BIANCHE: 234 (0,45%)
TOTALE VOTANTI: 51495

LEGGI E SCARICA IL DETTAGLIO DEI 17 COLLEGI

LA NUOVA ASSEMBLEA REGIONALE

L’ASSEMBLEA REGIONALE ELETTA IL 16 FEBBRAIO 2014

Di | Provincia di Frosinone, PD Lazio, Provincia di Latina, Provincia di Rieti, Provincia di Roma, Provincia di Viterbo

553814_3882895919758_358591137_n

 

COGNOME e NOME
ACUNZO PAOLO
ALBANESI SANDRA
ALIMENTI VIRGINIA
ALTERI MASSIMO
ALVETI VITTORIO
AMICI CARLA
ANTONELLI ALESSANDRO
BAGLIO VALERIA
BASSANI FAUSTO
BATTAGLIA ERICA
BELLEGGIA VALENTINA
BELLUCCI ACHILLE
BENASSI SIMONA
BERTUCCI ILEANA
BIANCHI GIORDANO
BIANCO EMILIA
BIFERALI VALERIA
BOCCUNI FABIO
BOMARSI FABIO
BRUGNOLA FRANCO
BUCCI RICCARDO
BUSATO RITA
BUSCHINI MAURO
CACCAMO STELLA
CALAMANTE MAURO
CAMPOLI ANDREA
CAPASSO ALESSANDRO
CARAPELLA GIOVANNI
CARDARELLI FERNANDO
CAROSELLA LETIZIA
CASCIANELLI PUBLIO
CASSETTA CARMELA
CASTAGNOLA ISIDE
CASTELLO ANNUNZIATINA
CASU ANDREA
CAZZANICA PINA
CECCARELLI GIOVANNA
CERQUA MARIALUISA
CESETTI SUSY
CHIARAPPA PATRIZIO
CIAFREI GIULIA
CIAMBELLA LISETTA
CIARLA MARIO
CICIONE ERMINIA
CINQUE MARIA RITA
CIRINNA’ MONICA
COLAPICCHIONI AGOSTINO
COLASANTI ROBERTO
CONTARTESE ANNA
CORTELLA MARCO
CORVARO SAMANTHA
CUPELLI MARIA
DE GASPERIS SIMONA
DE LUCA MARIO
DE VENUTI MAURIZIO
DI CARLO DAVIDE
DI CARLO VALERIO
DI CORI ALESSANDRO
DI RUSCIO ROBERTO
DI SARRO STEFANIA
DI TOMMASO ALESSANDRO
DOLCE MASSIMILIANO
D’ONOFRIO ANNA
DORNETTI CESARE
ESPOSITO DARIO
FAIOLA FABRIZIO
FALASCA ROBERTO
FANTOZZI GISELLA
FERRANTI MARCELLA
FERRARI GIANNI
FERRI BARBARA
FIASCHI PAOLO
FIORENTINI VALERIA
FIORENZA ALESSANDRO
FONDI ILARIA
FONTANA ALESSANDRO
FONTANA CORA
FORTE ENRICO MARIA
FRAIOLI TOMASSINA
FRANCO GIANLUCA
FRANZESE ELISEO
FRATARCANGELI PAOLA
FRATE ANNAROSA
FUCA’ BENEDETTO
FUSELLI PAOLA
GALIETI GIANLUCA
GALLONI LUCA
GERMANO’ FABIANA
GERVASI RUGGERO
GIACOBBI SABRINA
GIANMARINI ELEONORA
GIOVANNELLI GIULIA
GIUSTINI ALBERTO
GOGLIA ELVIRA
GRILLO AGATINO
GUIDONI MICHELA
INCAGNOLI ANGELA
IOVINE FABIO
LANCIA CINZIA
LANDI MARIA GIOVANNA
LANNA FRANCA
LECCE CLAUDIO
LERARIO LAURA
LIBASTI ANGELO
LITTA ROBERTO
LOMBI CLAUDIO
LONGOBARDI ALFONSO
MACCARONE MARZIA
MADEO ANTONELLA
MAGNANTI SILVIA
MALTESE CRISTINA
MANNARINO CLAUDIO
MARCONI MATTEO
MARINI MICHELE
MARINO SILVIO
MARTINI ALESSANDRO
MARTINO ROBERTO
MASTRODICASA MONICA
MASTROPIETRO GABRIELE
MATTEI MAURIZIO
MATTIA ELEONORA
MAURIZI ANNA
MENICHINI ANDREA GIACOMO
MILESI GIACOMO
MINNUCCI EMILIANO
MINOTTI ROMOLO
MOSIELLO LUCIA
NALBONE PIERO
NAVARRA VALERIA
NERI TERESA
NICOSIA ANNA LUCIA
NICKZAD FABRIZIO
NOVELLI CAMILLO
PACIFICI MARIAELISA
PALLOTTA LORENZO
PALUMBO MARCO
PANUNZI ENRICO
PAOLACCI MARIA GABRIELLA
PARIBONI EMANUELA
PARIS GIOVANNI
PASSACANTILLI ILARIA
PAU PAOLA
PEDETTI PIERPAOLO
PERISSI DONATELLA
PETRONI BARBARA
PIETROSANTI ANTONIO
PISCIARELLI MAURA
PESCITELLI EMILIANO IACOPO
PITTIGLIO ENRICO
POCCI ORLANDO
POLI MARCO
PORCARI FABRIZIO
PRATI LUCIA
PROIACCI MARIA GABRIELLA
PROIETTI ENZO
PROIETTO MAURIZIO
PROPANA PAOLA
PUNZO ANNA
RENDINI MARIA
RIJLLO CATERINA
ROCCHI RICCARDO
ROJATTI RAFFAELLA
ROMEO LUCIANO
RUGGERI RUGGERO
RUGGERO CLEMENTE
SALVIONI ALESSANDRA
SANDRI GIACOMO
SANTANGELI LUCA
SANTIVETTI SANDRO
SANZOLINI SIMONETTA
SENIGAGLIESI CLAUDIO
SERRA FRANCESCO
SIINO MARIA ANTONIETTA
SILVESTRINI ILENIA
SPANICCIATI FEDERICO
SPINETTI GRAZIELLA
SPLENDORI TARQUINIO
SPOSATO UMBERTO
TASSONE ANDREA
TAVERNA MARIA
TEMPESTA GIULIA
TESEI MARTINA
TESTI LUIGINO
TOMASSETTI MONICA
TOPPI PAOLO
TREIANI FILIPPO
TROBBIANI ROBERTO
TRONCARELLI ALESSANDRA
TUCCI TIZIANA
UMBERTI MASSIMILIANO
VARI LICIA
VASSELLI ALESSANDRA
VENDER MASSIMILIANO
VENTI CRISTINA
VERGARO LUCIANA
VILLA ASCENZO
VILLANI FRANCESCA
VONA ALESSANDRA
ZANGHI CONCETTO
ZULIANI NICOLETTA

IL 16 FEBBRAIO PRIMARIE APERTE PER L’ELEZIONE DEL SEGRETARIO REGIONALE

Di | Provincia di Frosinone, PD Lazio, Provincia di Latina, Provincia di Rieti, Archivio Comunicati, Provincia di Roma, Provincia di Viterbo

553814_3882895919758_358591137_nLa Direzione regionale del Lazio ha approvato le proposte del segretario regionale Enrico Gasbarra e il Regolamento che disciplina l’elezione del nuovo segretario e dell’Assemblea del Partito Democratico. In particolare, la Direzione ha approvato la riduzione del 50% del numero dei componenti dell’Assemblea, che passa a 200 membri. Il Regolamento prevede inoltre che, in caso di ‘candidature a segretario in numero pari o
inferiore a 3, previa accettazione di tutti i candidati ammessi, non saranno celebrate le riunioni di Circolo e la Convenzione regionale. Le candidature a segretario dovranno essere depositate presso la Commissione regionale del Lazio insieme alle relative linee politico-programmatiche, entro le ore 20 del 25 gennaio. Tutte le candidature devono essere sottoscritte da almeno il 10% dei componenti dell’Assemblea regionale uscente, o da un numero di iscritti compreso tra 150 e 500, distribuiti in almeno la metà delle Federazioni provinciali del Lazio. Non sono candidabili alla carica di segretario regionale i presidenti di Regione e di Consiglio regionale, gli assessori regionali, i presidenti di Provincia i sindaci delle città capoluogo di regione e di provincia. Inoltre la carica di membro dell’Assemblea regionale è incompatibile con quella di membro dell’Assemblea nazionale. La data per lo svolgimento delle primarie aperte é domenica 16 febbraio come previsto dalla segreteria nazionale. Dal 27 gennaio al 2 febbraio  si svolgeranno (se necessarie) le riunioni dei Circoli del Pd in tutto il Lazio, mentre la data per la Convenzione regionale è fissata al 5 febbraio.

 

MAUGLIANI: DOPO I FATTI DI CIVITAVECCHIA NON SARÒ AL CONGRESSO DI SEL

Di | PD Lazio, Archivio Comunicati, Provincia di Roma

roccomauglianiIl segretario del Pd della Provincia di Roma Rocco Maugliani ha inviato una lettera al Segretario di Sinistra Ecologia e Libertà Area Metropolitana di Roma Giancarlo Torricelli, per comunicare le ragioni per cui non parteciperà ai lavori del congresso di Sel. “Prendo questa decisione non senza amarezza – scrive Maugliani – ma con la serenità di chi sa di non poter fare altrimenti, alla luce dei gravissimi fatti che hanno portato alla caduta dell’Amministrazione comunale di Civitavecchia, rispetto alla quale il ruolo giocato dal tuo partito e dai suoi rappresentanti sul territorio  pesa come un macigno sui nostri rapporti politici, presenti e futuri. La caduta di una delle amministrazioni comunali più importanti del territorio che ci vedeva  insieme al governo, causata in massima parte dalle dimissioni dei quattro consiglieri comunali di Sinistra Ecologia e Libertà, proditoriamente consegnate nottetempo nelle mani di quel Moscherini protagonista del dissesto economico e finanziario della città, oltre che del suo decadimento morale, rappresenta una delle pagine più nere del centrosinistra nel nostro territorio e in nessun modo può essere derubricata a fatto esclusivamente locale”. “In questa oscura vicenda tutto ci allontana – prosegue la lettera – la fretta con la quale si è voluta sciogliere l’amministrazione, senza nemmeno che fra di noi intercorresse una comunicazione,  ignorando persino le dimissioni del sindaco Tidei, messe sul tavolo come gesto di disponibilità teso a costruire le condizioni  per comporre la frattura, il maldestro tentativo con il quale vi siete ostinati a difendere l’indifendibile, accampando scuse pretestuose e prive di fondamento  le parole di ferma condanna del presidente Zingaretti  per un atto che tanto male ha arrecato alla comunità e ai suoi cittadini, così distanti quelle parole dal comportamento di chi nel tuo partito, provenendo da Civitavecchia, si trova a svolgere il ruolo di capogruppo in Consiglio Regionale, persino le foto che nei giorni precedenti alla congiura ritraggono i congiurati in amabile compagnia in attesa di sferrare il colpo definitivo, sinistramente assestato nei confronti della città”. “Ti scrivo queste cose – conclude Maugliani – nella convinzione che potremo un giorno riprendere a dialogare soltanto se saremo capaci di parlare il linguaggio della verità, con la forza e la capacità di trattare le vicende più scomode e perniciose di casa nostra con un’intransigenza almeno pari a quella che crediamo di dover impiegare nel rapporto con gli altri. Nella speranza di aver fornito a te e ai delegati del tuo congresso degli spunti di riflessione vi porgo i miei migliori auguri di buon lavoro”.

PRIMARIE PD, IL VOTO NEL LAZIO

Di | Provincia di Frosinone, PD Lazio, Provincia di Latina, Provincia di Rieti, Provincia di Roma, Provincia di Viterbo

Renzi stravince a Roma come nelle province del Lazio tranne Frosinone dove pur vincendo resta attorno al 59%. E’ quanto emerge dai dati del Pd Lazio che analizzano provincia per provincia i risultati elettorali. Se a Roma, infatti, il nuovo segretario si e’ fermato al 60,16 per cento, in provincia ha superato, e anche sfondato, il tetto del 70 per cento. Ed è ancora in provincia che Gianni Cuperlo ha retto meglio, e dove Giuseppe Civati ha perso più terreno. La provincia più ‘renziana’, in termini di percentuali, è Rieti, dove il sindaco di Firenze è addirittura al 71,11%, con Cuperlo al 16,6 e Civati al 12,17. (fonte ANSA)

IL DETTAGLIO NON UFFICIALE

TERRITORIO RENZI CUPERLO CIVATI VOTI VALIDI
ROMA 80748 25395 28071 134214
PROVINCIA ROMA 41188 9816 7567 58571
FROSINONE 12585 6569 2083 21237
LATINA 11089 2728 2122 15939
VITERBO 9880 3159 1950 14989
RIETI 5103 1191 873 7167

HANNO VOTATO COMPLESSIVAMENTE 252609 persone

MAUGLIANI: GRAVE LA CADUTA DELL’AMMINISTRAZIONE DI CIVITAVECCHIA

Di | PD Lazio, Archivio Comunicati, Provincia di Roma

“La caduta dell’amministrazione comunale di Civitavecchia e’ un fatto sconcertante, non solo perché arresta di colpo la straordinaria azione di risanamento economico intrapresa in questi diciotto mesi dal sindaco Pietro Tidei, ma perché, ancora una volta, dimostra come su quel territorio la politica ceda il passo a logiche che nulla hanno a che fare con gli interessi dei cittadini”. Lo afferma Rocco Maugliani, segretario del Pd della Provincia di Roma. “Il fatto che a queste logiche si siano piegati pezzi importanti del centro sinistra sorprende e amareggia – aggiunge – In particolare è deplorevole l’atteggiamento tenuto da Sel, i cui quattro consiglieri, tradendo il mandato elettorale, hanno messo nelle mani di Moscherini, il vero artefice del dissesto economico del comune, le loro dimissioni, annullando di fatto qualsiasi spazio di confronto”. “Si tratta – conclude – di un fatto di una gravità inaudita che non potrà non avere ripercussione sulla fase politica e amministrativa che si apre in provincia di Roma e nel Lazio, quanto al consigliere Magliani iscritto al Pd, anch’egli firmatario delle dimissioni, provvederò personalmente a deferirlo alla commissione provinciale di garanzia affinché venga espulso dal nostro partito che evidentemente non ha bisogno di lui”.